Vittorio Costantini e’ nato a Burano, un’ isola vicino a Murano, nel 1944.

Figlio di un pescatore e una “merlettaia” (come la maggioranza degli abitanti dell’ isola) ha cominciato a lavorare in fornace all’ eta’ di 11 anni.

Il primo incontro con il “vetro a lume” e’ stato all’ eta’ di 19 anni; all’ inizio, era solo un passatempo che lo impegnava, dopo una dura giornata di lavoro nella fornace.

Ma, con l’ apertura del suo laboratorio a Venezia, nel 1974, il “vetro a lume” e’ diventato l’ unica sua vera passione.

Vittorio e’ sempre stato affascinato dalla natura. Per creare ogni singolo oggetto, ci vogliono ore ed ore di lavoro: insetti multicolori, farfalle iridescenti, uccellini, pesci, fiori coloratissimi… sono il risultato delle sue capacita’ manuali.

Vittorio si considera un grande osservatore di quel piccolo universo che, ogni giorno, ci circonda. Con la profonda visione di un artista , puo’ vedere nei prati, nel cielo, nel mare… E osservare quello che a molti puo’ facilmente sfuggire.

Il suo talento artistico lo ha portato a partecipare a numerose esposizioni culturali, in Italia e nel mondo.
La politica di Vittorio e’ sempre stata diretta a far conoscere il “vetro a lume” nel mondo.
Negli ultimi anni, ha avuto molte soddisfazioni, soprattutto con le esposizioni e con l’ insegnamento.

Chi ha visitato il suo laboratorio, a Venezia, ha potuto ammirare la sua “collezione personale”, che e’ rigorosamente “non in vendita”: tutti questi pezzi sono la testimonianza di molti anni di lavoro e dell’ evoluzione delle sue tecniche.

biografia